Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Pubblicazioni

Pubblicazioni

Alcuni consigli per approfondire:

Il Patto dei Sindaci
Le città come protagoniste della green economy
di Antonio Lumicisi
Edizioni Ambiente

Il testo si propone come momento identitario per il movimento delle amministrazioni locali aderenti al Patto e come strumento di divulgazione verso tutte le realtà coinvolte o coinvolgibili nel processo di costruzione dello sviluppo sostenibile locale: imprese, organizzazioni della società civile, del mondo finanziario, istituzioni e organismi preposti alla formazione.

Scheda di presentazione e prenotazione del libro

IL RISPARMIO ENERGETICO
La più economica tra le fonti di energia
di Arturo Lorenzoni
edito da Il Mulino, 2012

L’economia mondiale si è sviluppata nel secondo dopoguerra grazie alla grande disponibilità dei combustibili fossili senza che si tenesse conto né del vincolo di scarsità, né dell’impatto sull’ambiente che la loro combustione comporta. Oggi ci troviamo costretti a ripensare le scelte di approvvigionamento energetico. Nel volume, un viaggio nel mondo dell’energia e delle tecnologie del consumo per comprendere come sia possibile limitare i costi di famiglie, imprese e pubblica amministrazione, migliorando l’efficienza energetica della nostra economia e senza precludere la crescita economica.

FOTOVOLTAICO – IL QUARTO CONTO ENERGIA
di Aldo Campesan, Rodolfo Graziani, Fabio Minchio e Gianni T. Erriquez

Edito da ELS, 2012Scarica gratuitamente da
www.venetoavvocati.wordpress.com
LA MODERNITA’ SOSTENIBILE
Idee, filiere e servizi per uscire dalla crisi
di Enzo Rullani

Saggi Marsilio, 2010

Ci si domanda da diverse parti come sarà il dopo‐crisi. Partendo da un’idea: nessuno crede che tutto possa tornare come prima. La tesi di questo libro è che la crisi ci fornisce una irripetibile occasione per rinnovare il significato e la logica della modernità, sperimentando un altro modo di lavorare, consumare e vivere in rapporto al nuovo paradigma economico della contemporaneità: il capitalismo globale della conoscenza. Per rendere la crescita maggiormente riflessiva, e dunque sostenibile, non bastano misure tampone mirate all’emergenza. Bisogna invece fare molto di più, dando spazio all’intelligenza fluida degli uomini e dei soggetti collettivi, cui tocca il compito essenziale di guidare gli automatismi tipici della modernità. Questa indicazione strategica è anche una scommessa per il made in Italy.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS