Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Archivio per Categoria

Archivio Biomasse

RINNOVABILI: GRANDI VANTAGGI E QUALCHE CONTROINDICAZIONE

7 luglio 2009
RINNOVABILI: GRANDI VANTAGGI E QUALCHE CONTROINDICAZIONE

Commissione Europea, Agenzia per l’Ambiente statunitense e Agenzia francese per la prevenzione dei rischi (INERIS) hanno presentato a fine giugno uno studio sulle politiche combinate di gestione della qualità dell’aria e del cambiamento climatico, in …

BIOMASSE: TRIVENETO IN POLE-POSITION

21 aprile 2009
BIOMASSE: TRIVENETO IN POLE-POSITION

L’Italia dispone di oltre 25 milioni di tonnellate annue di biomasse secche residuali. Ad affermarlo è l’Italian Biomass Association (Itabia) nel Rapporto 2008 realizzato in occasione della campagna “Energia Sostenibile per l’Europa”: uno strumento per …

BIOMASSE, UN AIUTO DALLA GENETICA

21 marzo 2009
BIOMASSE, UN AIUTO DALLA GENETICA

Tra i segreti della biologia, un nuovo metodo per produrre biomassa in grande quantità: è stato brevettato da un team di biologi cechi e sud coreani. I ricercatori dell’Istituto di biologia sperimentale dell’università di Masaryk …

VENETO, IMPIANTI A BIOGAS CONTRO I NITRATI

19 marzo 2009
VENETO, IMPIANTI A BIOGAS CONTRO I NITRATI

La Regione del Veneto stanzia 97 milioni di euro per smaltire i nitrati della zootecnia: centrali a biogas tra i progetti finanziabili.
Un impianto potrebbe sorgere nel basso vicentino, ma sono aperti fino a ottobre 2009 …

TOSCANA: PRESTO OLTRE 50 CENTRALI BIOMASSE LEGNOSE

3 febbraio 2009
TOSCANA: PRESTO OLTRE 50 CENTRALI BIOMASSE LEGNOSE

La Toscana è tra le regioni più virtuose negli investimenti sulle rinnovabili. Tra le numerose iniziative, in regione si prevede la realizzazione entro il 2010 di 32 nuove centrali di teleriscaldamento a biomasse legnose (costo …

Quale connubbio possibile tra biomasse e Polesine?

16 gennaio 2009
Quale connubbio possibile tra biomasse e Polesine?

In provincia di Rovigo è stato realizzato uno studio sull’analisi dei conflitti nell’uso di terreni agricoli ed acqua per la produzione di energia da biomasse. Ne risulta l’importanza delle strategie a lungo periodo, così come dello sfruttamento coerente dell’acqua e delle risorse per garantire ai produttori un reddito costante. Molti sono i vantaggi dell’impiego di energia derivata da biomassa: non sono necessarie particolari tecnologie e il loro uso potrebbe contrastare l’effetto serra. La necessità di usare parte dei terreni a questo scopo potrebbe però ridurre la produzione di alimenti con aumento dei prezzi a scapito delle popolazioni più povere. Per produrre energia da biomasse è fondamentale considerare due fattori: la tipologia delle colture e la disponibilità di acqua. È necessario quindi che le future strategie tengano conto dei cambiamenti climatici in atto e sfruttino al meglio le scarse risorse disponibili.