Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, Italia, News

Anas si converte a #greenlight

Print Friendly

Gallerie più luminose a basso consumo e più sicure. Così Anas ha deciso di sostituire le vecchie luci a nuovi led con benefici per i guidatori lungo le autostrade italiane. Il progetto #greenlight è attualmente in fase di sviluppo, e la prima tranche di investimenti, previsti per il biennio 2017 – 2019, sarà pari a 45 milioni di euro che serviranno per intervenire su circa 200 gallerie, il successivo fondo verrà stanziato in seguito per i lavori sulle restanti.

Il rientro sull’investimento è stimato in sette anni, le nuove illuminazioni infatti consentiranno un risparmio sui costi di gestione molto elevato. Anas in questo modo si impegna non solo nel risparmio energetico ma anche nel rendere più sicure le strade sul territorio nazionale, anche in riferimento all’alto numero di gallerie presenti nelle nostre regioni. La società, sulla base delle analisi condotte all’interno dei database che monitorano le 1.300 strutture in gestione, ha individuate 708 gallerie, con sistemi d’illuminazione superati, su cui intervenire prioritariamente.

I corpi illuminanti ormai obsoleti saranno del tutto sostituiti da Led di ultima generazione, con sistemi di regolazione puntuale e strumenti di monitoraggio dei consumi.  Questi dispositivi risultano particolarmente validi soprattutto per le caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità: tutte le nuove illuminazioni saranno attive 24 ore su 24 e verranno supportate da sistemi di rafforzamento, accesi per 12 ore al giorno, che interverranno per potenziare ancor più la visibilità ed evitare sbalzi di luce all’entrata dei tunnel durante le ore più luminose.  Ad essere migliorate saranno 39 strutture in Sardegna, 49 in Sicilia, 92 nel Nord Ovest, 65 nel Nord Est, 145 al Centro Italia, 112 nell’area Tirrenica, 89 in quella Adriatica e 117 in Calabria.

Green-Light_anas

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS