Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, News, Nord Est

Rabarbaro accumulatore di energia

Print Friendly

La prima batteria a flusso organica per l’accumulo dell’energia rinnovabile arriva dal Trentino e sfrutta una molecola prodotta dalle piante durante la fotosintesi chiamata chinone facilmente estraibile dal rabarbaro e da altri vegetali, biocompatibile e a basso costo. Pensata per l’efficienza e il risparmio energetico, risponde alle esigenze dell’energia rinnovabile sempre più alla ricerca di sistemi che possano garantire l’accumulo di energia. L’azienda Green Energy Storage specializzata in soluzioni tecnologiche per l’efficienza energetica e lo storage, sta realizzando un sistema composto da elettroliti che fluiscono attraverso una cella in grado di convertire l’energia chimica in elettricità. La ricarica della batteria avviene in modo semplice sostituendo l’elettrolita liquido e la capacità dei sistemi d’accumulo parte dai 3 kW e arriva a oltre 10 kW.

rabarbaro-jpg

L’accumulatore potrà sostituire le attuali batterie al litio e piombo, per scopi domestici e residenziali, ma soprattutto in ambienta industriale e utility scale. Il sistema si propone come meccanismo per il bilanciamento delle smart grid, delle piattaforme di alimentazione e come abilitatore per un uso continuo delle rinnovabili, capace di assorbire il tipico fenomeno di intermittenza di fonti come il sole e il vento.

La start up annovera  al suo interno professionisti di elevato profilo e in prima linea una collaborazione molto forte tra l’Università di Harvard, dalla quale è stato acquistato il brevetto nel 2015, con i Michael J. Aziz e Roy G. Gordon, l’Università di Tor Vergata di Roma con Silvia Licoccia e la Fondazione Bruno Kessler. L’obiettivo di Green Energy Storage è introdurre sul mercato entro il 2018 diverse tipologie di batterie a flusso organiche diventando un punto di riferimento per le reti elettriche del futuro non solo in Italia, ma a livello mondiale.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS