Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Articoli, Sviluppo sostenibile

Ecomondo: Focus di Edo Ronchi su Green economy

Print Friendly

La quinta edizione degli Stati Generali della Green economy a Ecomondo lo scorso 8 e 9 novembre ha fatto emergere una fotografia della situazione italiana in Europa e nel mondo. Ottanta relatori si sono alternati sul palco, di cui sedici rappresentanti di organizzazioni internazionali di rilievo. Per la prima volta diverse categorie di diversi settori interessati al tema si sono trovate insieme rielaborando una proposta programmatica articola su settanta punti presentata a istituzioni importanti come Ocse e Commissione europea con un livello elevato quindi di credibilità e d’impatto.

L’evento è stato organizzato dal Consiglio Nazionale della Green economy, composto da 64 associazioni di imprese green, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Il presidente di quest’ultima, Edo Ronchi, ha illustrato i temi principali della due giorni: le performance green dell’Italia nei confronti delle cinque maggiori economie europee, la percezione all’estero e i progressi fatti a livello internazionale.

edo-ronchi

Tra i benefici attesi dal governo, Edo Ronchi ha ricordato una maggiore flessibilità attraverso la produzione di piccoli lotti ai costi della grande scala, una maggiore velocità dal prototipo alla produzione in serie attraverso tecnologie innovative, una maggiore produttività attraverso minori tempi di set-up, riduzione errori e fermi macchina, una migliore qualità e minori scarti mediante sensori che monitorano la produzione in tempo reale, e infine una maggiore competitività del prodotto grazie a maggiori funzionalità derivanti dall’Internet delle cose. Non basta aumentare la produttività e la competitività di tutto l’esistente con l’innovazione tecnologica e informatica. Sono necessarie nuove scelte, in grado di alimentare nuove produzioni di beni e servizi, di attivare nuovi investimenti e nuova occupazione. Le eccellenze italiane in campo restano più forti delle difficoltà che pure non mancano, ma nulla ha potenzialità di sviluppo comparabili con quelle della green economy.

L’intervento di Edo Ronchi 

La relazione di Edo Ronchi

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS