Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Italia, News, Sviluppo sostenibile

Primo incontro mondiale sull’energia pulita da fusione

Print Friendly

Per la prima volta dall’annuncio pubblicato su Science Magazine il 27 agosto, ieri sera più di 35 business leader e investitori privati e istituzionali provenienti da tutta Europa si sono incontrati a Villa Arese Lucini per conoscere Tri Alpha Energy (TAE) e la sua innovativa tecnologia che produce energia pulita e illimitata. L’azienda californiana ha condiviso i risultati della sua scoperta scientifica che costituisce il principio per una produzione di energia basata sulla fusione a-neutronica, un processo che replica quello del sole.

La società americana – composta da 150 tra fisici, ingegneri ed esperti – ha recentemente ottenuto straordinari risultati scientifici che dimostrano la possibilità di realizzare un primo impianto per la produzione di un nuova fonte di energia illimitata, pulita, sicura a un costo competitivo: l’energia da fusione. Fondata e sviluppata con il supporto di importanti investitori di calibro internazionale e supportata da un Comitato Scientifico di fama mondiale, TAE ha scelto l’Italia per presentare per la prima volta in pubblico questo progetto e così favorire la partecipazione di investitori italiani ed europei. Tra i primi a credere in questo visionario progetto, Marco Arese Lucini, che ha fatto sì che l’evento di ieri si tenesse in Italia.

L’energia ottenuta dalla fusione a-neutronica è considerata il “Sacro Graal” dai fisici, per la sua disponibilità illimitata, la sua sicurezza, l’assenza di radiazioni e di emissioni di CO2. L’approccio brevettato da TAE rappresenta una rivoluzione tecnologica che potrebbe determinare una svolta storica nella produzione di energia pulita da fusione.

«Le persone come noi, che credono nella fisica, sanno che la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un’ostinata illusione». Con questa citazione di Einstein esordisce Marco Arese Lucini, che continua: «La rivoluzione che stiamo portando avanti ha uno straordinario potenziale per cambiare il mondo. Sono molto orgoglioso di poter accogliere il management e gli scienziati di TAE in Italia, Paese che ha dato i natali ai migliori scienziati al mondo. La scelta di Villa Arese Lucini, che custodisce un’ importante raccolta di opere scientifiche dal 500 a oggi, crea una ideale continuita’ temporale, all’insegna di un progresso scientifico ininterrotto e inarrestabile».

Da sinistra Michl Binderbauer, Marco Arese Lucini e Toshiki Tajima

Da sinistra Michl Binderbauer, Marco Arese Lucini e Toshiki Tajima

Tra i relatori di TAE erano presenti Dale Prouty, chief executive officer di TAE, Michl Binderbauer, chief technology officer, e anche Toshiki Tajima, chief science officer, recentemente insignito del prestigioso premio Enrico Fermi dalla Società Italiana di Fisica per il suo innovativo lavoro nel campo dei laser e della fisica del plasma. All’incontro di Villa Arese Lucini sono intervenuti anche il Dr. Masaaki Yamada, membro del Science Advisory Panel insignito quest’anno del Premio Maxwell di Plasma Physics, e Michael Buchanan, membro del Cda di TAE.

«È stato emozionante raccontare la storia di TAE e i nostri progressi sulla tecnologia della fusione in un contesto storico così suggestivo e stimolante, ha osservato Binderbauer dopo aver visitato l’antica biblioteca di Villa Arese Lucini che contiene oltre 20.000 volumi di varie epoche. Prouty, Binderbauer e Tajima hanno infine consegnato a Marco Arese Lucini un documento autografato con i risultati dei loro recenti esperimenti di fusione che verrà aggiunto alla sua collezione di documenti scientifici, storici e umanistici custoditi nella villa di Osnago.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS