Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Aziende Informano

DLA Piper, Freshfields e Chiomenti per L’M&A ERG-E.ON

Print Friendly

ERG, attraverso la controllata ERG Power Generation, ha raggiunto un accordo con E.ON Italia per l’acquisizione dell’intero business idroelettrico di E.ON Produzione composto da un portafoglio di impianti presenti in Umbria, Marche e Lazio, con una potenza complessiva di 527 MW.

Il valore economico dell’operazione al closing è di circa 0,95 miliardi di Euro in assenza di debito e di cassa . Il portafoglio di asset è composto da 16 centrali, 7 dighe, 3 serbatoi e una stazione di pompaggio. La produzione totale annua media stimata è di circa 1,4 TWh (1,8 TWh nel 2014), di cui circa il 40% incentivata con il sistema dei Certificati Verdi.

Il closing, subordinato, inter alia, all’approvazione dell’Autorità Antitrust Italiana e al completamento delle necessarie notifiche e consultazioni con le organizzazioni sindacali interessate, è previsto entro fine 2015.

EnergheiaMagazine_logo_DlaPiperLo Studio legale DLA Piper ha assistito ERG nel suo ingresso nell’idroelettrico con un corposo team multidisciplinare. Francesco Novelli, senior partner dello Studio in Italia e responsabile del team Energy a livello internazionale, ha agito in qualità di team leader, coadiuvato dal partner Giulio Maroncelli (Corporate) e dall’associate Fabio Lenzini (Corporate), e ha seguito la negoziazione dell’intera operazione, inclusa la redazione e negoziazione del contratto preliminare di acquisto. Inoltre, il partner Giovanni Ragnoni Bosco Lucarelli e il senior associate Claudio D’Alia, del dipartimento Finance & Projects,  hanno gestito gli aspetti connessi con il finanziamento bancario. Altri professionisti appartenenti a diverse practice sono stati coinvolti in varie fasi dell’operazione e in particolare nella fase di due diligence; tra questi il partner Matteo Falcione e gli associate Mileto Giuliani e Milly Supino (Regulatory); il partner Raffaella Quintana e l’associate Benedetta Cicconi (White Collar Crime); il partner Federico Vanetti e l’associate Carmen Chierchia (Environmental); il partner Giampiero Falasca e l’associate Maria Luisa Buscaini (Employment); il partner Francesco De Blasio e l’associate Valentina Marengo (Real Estate); il partner Alessandro Boso Caretta (Antitrust); l’associate Simone Ferrara (Litigation); l’associate Gianluigi Marino (IP&T).

L’operazione vede anche la firma da parte di ERG di un contratto di finanziamento (sottoscrizione di un corporate acquisition loan di 700 milioni di Euro) con un pool di mandated lead arrangers, bookrunners e lenders italiani e internazionali (Barclays Bank Plc, BNP Paribas S.A., Credit Agricole Corporate and Investment Bank S.A., ING Bank N.V., Intesa Sanpaolo S.p.A., Natixis S.A. e UniCredit S.p.A.) assistite dallo Studio legale Freshfields, con il socio Emiliano Conio, il senior associate Giuliano Marzi e la trainee Carlotta Dionisi.

Il venditore E.ON Italia è stato assistito da Chiomenti Studio Legale, con un team composto per la parte M&A dai soci Carlo Croff e Luca Andrea Frignani coadiuvati dall’associate Giulia Baldi; per la parte Energy dal socio Carola Antonini coadiuvata dal senior associate Alfredo Vitale  e dall’associate Elisabetta Mentasti , per la parte Tax dal socio Raul-Angelo Papotti, per la parte Real Estate dal consulente Paolo Fedele  e per la parte Labour dal senior associate Manuela Sanzo nonché dallo studio Gleiss Lutz, il cui team era guidato dal socio Thomas Menke (Corporate – M&A).

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS