Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Biomasse, Fotovoltaico, Italia, News, Solare Termico

Milleproroghe: le novità in campo energetico

Print Friendly

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del milleproroghe nella sua versione definitiva, dal primo marzo entrano in vigore tre importanti novità, oltre alla conferma di quanto già previsto dal decreto legge per la fiscalità agroenergetica e le accise per la cogenerazione.

La prima novità è la proroga al 30 settembre 2015 del termine entro cui devono entrare in esercizio gli impianti fotovoltaici interessati al Quinto Conto energia posizionati in zone colpite da eventi calamitosi nel 2012 e 2013.

La seconda novità riguarda gli impianti a fonti rinnovabili (fotovoltatico e non) nelle zone terremotate di Veneto, Lombardia e Emilia Romagna. Si proroga infatti di un anno, al 31 dicembre 2015, il termine per l’entrata in esercizio degli impianti ubicati nelle zone colpite dal sisma del 20 e del 29 maggio 2012, affinché possano beneficiare degli incentivi a cui avevano diritto alla data dell’8 giugno 2012.
Inoltre, anche gli impianti già autorizzati alla data del 30 settembre 2012, entrando in esercizio entro il 31 dicembre 2015, potranno beneficiare degli incentivi del Quarto Conto energia per il fotovoltaico e del Dm 18 dicembre 2008 per le altre fonti.

Viene infine differito al 31 dicembre 2015 il termine, già scaduto il 25 dicembre 2014, per l’integrazione del libretto di centrale degli impianti termici civili con potenza nominale superiore a 35 kW.

Sulla fiscalità agroenergetica, dunque, come annunciato, è confermato il rinvio di un anno – al 1 gennaio 2016 – per la cessazione definitiva del reddito catastale agli imprenditori agricoli che producono energia da fotovoltaico, con una nuova determinazione del reddito calcolata apportando ai corrispettivi delle cessioni assoggettate ad IVA un coefficiente di redditività del 25%.
Il Milleproroghe, nel posticipare di un anno l’entrata in vigore di queste novità fiscali, proroga per tutto il 2015 l’applicazione della soluzione transitoria già applicata per l’anno 2014, secondo quanto previsto dal Dl 66/2014.

Ultima conferma, infine, la proroga di un anno, al 31 dicembre 2015, dell’attuale calcolo dell’accisa agevolata riservata alla cogenerazione. Quindi, fino alla fine di quest’anno, sarà valida la Delibera 16/98, con la riduzione del 12% dei parametri.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge 27 febbraio 2015, n. 11, di conversione del decreto legge n. 192/2014 (“Milleproroghe”)

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS