Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Europa, News, Sviluppo sostenibile

Record delle emissioni di gas serra sul pianeta

Print Friendly

Il 2013 è stato l’anno in cui le emissioni climalteranti hanno raggiunto il loro picco. A dirlo è il World Meteorological Organization (WMO), nel bollettino annuale Greenhouse Gas Bulletin, da cui emergono dati allarmanti.

L’aumento della “radiative forcing”, ovvero l’effetto di riscaldamento sul clima, è stato del 34% dal 1990 al 2013, causato per l’80% da emissioni di anidride carbonica che proprio nel 2013 hanno raggiunto un aumento record, con un incremento di volume pari a 2,9 ppm, registrando il più grande picco dal 1984.
Nessun dubbio sulle cause e sulle conseguenze di questo fenomeno. Secondo l’organizzazione infatti, l’incremento della CO2 nell’atmosfera è dovuto all’attività antropica e in particolare allo sfruttamento di combustibili fossili.
Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutto il mondo: totale sregolatezza dei fenomeni meteorologici associati, catastrofi e danni ambientali, acidificazione degli oceani. Secondo il WMO, inoltre, sarà sempre più difficile riuscire a raggiungere l’obiettivo di contenimento dell’aumento della temperatura entro la soglia dei 2° C, concordato a livello internazionale, nonostante si sia a conoscenza degli strumenti per farlo.

ANEV ribadisce l’importanza e la centralità dell’energia eolica e rinnovabile per combattere i cambiamenti climatici, ma senza azioni immediate gli effetti già in atto del surriscaldamento terrestre saranno catastrofici e irreparabili. Porre rimedio a tutto questo è possibile: la sola energia eolica oggi in Italia produce 15 TWh di energia, in grado di coprire i fabbisogni domestici di 15 milioni di persone e di apportare benefici ambientali, con il risparmio di circa 19 milioni di barili di petrolio corrispondenti a circa 10 milioni di tonnellate di emissioni risparmiate di CO2.

Alla luce del quadro attuale, l’associazione nazionale energia del vento, che ha lanciato una campagna online sul target europeo di incremento delle FER al 2013, auspica che il Consiglio Europeo che si riunirà il prossimo 24 ottobre a Bruxelles per prendere una decisione sul target europeo di incremento delle rinnovabili al 2030, tenga conto di questi allarmanti segnali e intraprenda l’unica strada percorribile, ovvero il sostegno delle energie rinnovabili attraverso obiettivi più ambiziosi e vincolanti per i singoli Stati.


  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS