Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Biomasse, Edilizia, Fotovoltaico, News, Nord Est, Solare Termico

A Trento nuova efficienza energetica delle imprese

Print Friendly

Per migliorare l’efficienza energetica dei processi produttivi nasce il servizio Energy Saving Trentino. Circa duemila le aziende potenzialmente interessate al duplice effetto che producono gli intereventi che vanno in questo senso: aumento della competitività delle aziende e raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità ambientale imposti dall’Europa.

Gli imprenditori trentini che desiderano introdurre migliorie nei propri stabilimenti possono da oggi avvalersi dell’assistenza proposta da EST, acronimo di Energy Saving Trentino: un servizio sostenuto dall’assessorato allo Sviluppo economico e lavoro della Provincia autonoma di Trento tramite il suo braccio operativo Trentino Sviluppo e messo a punto grazie alla collaborazione con una fitta rete di soggetti locali istituzionali ed operatori economici. Potenzialmente interessate oltre duemila piccole e medie imprese. La sperimentazione condotta su un campione di nove aziende ha dimostrato la possibilità di tagliare di un 12 per cento il costo per la bolletta di luce e gas, con un vantaggio di 48 mila euro l’anno.

All’incontro di presentazione dell’iniziativa, al Polo Tecnologico di via Solteri a Trento, hanno preso parte Vito Cofler, direttore dell’Ufficio Promozione dell’Industria e dell’Artigianato della Provincia di Trento, Roberto De Laurentis, presidente dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento, Monica Carotta, direttore Area Filiere Imprese e Attrazione Investimenti di Trentino Sviluppo, Paola Frigo, responsabile progetto EST per Trentino Sviluppo, Enrico Boni, presidente di Federazione Impianti dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento.

Il settore energetico riveste un ruolo fondamentale nella crescita dell’economia del Paese, come fattore di competitività e di sviluppo.
Il “Pacchetto clima-energia 20-20-20” prevede la riduzione delle emissioni di gas serra del 20%, l’incremento al 20% della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili e la riduzione dei consumi energetici del 20% entro il 2020. In linea con il pacchetto, il Consiglio Europeo ha adottato la “Energy Efficiency Directive”, la Direttiva sull’efficienza energetica che contiene le nuove indicazioni normative per gli stati membri.

Leggi il comunicato completo sula sito della Provincia


  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS