Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Articoli, Italia, Sviluppo sostenibile

Bandi per Comuni efficienti e sostenibili

Print Friendly

L’esperienza di Fondazione Cariplo
Bandi “Sostenibilità” e “Investimenti”


Quali sono gli strumenti utili affinché i Comuni possano diventare (più) efficienti e sostenibili dal punto di vista energetico? A partire dal 2006 la Fondazione Cariplo ha messo in campo quattro diversi bandi a sostegno delle amministrazioni locali con questa specifica finalità.

Il bando attivo attualmente, “100 comuni efficienti e sostenibili, pubblicato nel gennaio di quest’anno, ha un budget di 1,6 milioni di euro ed eroga contributi per le cosiddette attività di Assistenza Tecnica, necessarie per la realizzazione di interventi che siano finanziariamente sostenibili. Per molti aspetti può essere considerato un “micro-ELENA“, poiché sostiene Comuni al di sotto dei 100 mila abitanti e Province a sviluppare interventi in Project Financing o in Partenariato Pubblico Privato nei settori dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili integrate nell’ambiente costruito.

Il percorso che ha portato alla definizione di questo nuovo strumento erogativo si è basato, oltre che sulle precedenti esperienze della Fondazione, sulla consapevolezza della difficile situazione che le amministrazioni si trovano ad affrontare in questo periodo storico, ovvero scarsità di risorse e necessità di attivarsi per mettere in pratica “nuove” modalità per la realizzazione di quegli investimenti che permettono di abbattere i costi delle bollette energetiche oltre che le emissioni.

L’esperienza di Fondazione Cariplo
L’esperienza di Fondazione Cariplo in ambito energetico è iniziata con il bando “Audit energetico degli edifici di proprietà dei comuni (2006-2008), che ha consentito di realizzare una fotografia dello stato di fatto degli immobili e delle loro caratteristiche energetiche, nonchè di acquisire una serie di informazioni storicamente poco note alle amministrazioni. Lo strumento, che era rivolto alle amministrazioni locali al di sotto dei 30 mila abitanti, ha coinvolto 637 comuni ed erogato contributi per oltre  8 milioni di euro. I risultati dei progetti realizzati sono pubblici, consultabili e scaricabili tramite la banca dati appositamente creataal link: http://www.webgis.fondazionecariplo.it/
.

Dai dati relativi ai 3.775 immobili analizzati, appare evidente quanto siano elevati i consumi specifici medi per riscaldamento, pari a 182,2 kWh/m2*anno. Uno studio, realizzato dall’Osservatorio della Fondazione e pubblicato a febbraio 2014, ha valutato l’efficacia di questo bando confrontando i Comuni finanziati sia con i comuni eligibili (nel territorio della Fondazione) non finanziati sia con i comuni non eligibili; dall’analisi emerge uno scenario generale dove le riqualificazioni energetiche sono numericamente limitate a causa, principalmente, della mancanza di risorse o dei vincoli imposti dal patto di stabilità interno.

Bandi Sostenibilità e Investimenti
Il secondo bando “Sostenibilità energetica (2010-2012) è stato promosso a valle del lancio del Patto dei Sindaci da parte della Commissione Europea nel 2008. Si è infatti deciso di promuovere la realizzazione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) da parte dei comuni, in un’ottica di integrazione tra gli strumenti urbanistici classici e programmi specifici di riduzione dei consumi energetici definiti attraverso un percorso di coinvolgimento e incentivazione della cittadinanza. Anche questo bando era rivolto alle amministrazioni al di sotto dei 30 mila abitanti e con i circa 9 milioni di euro erogati sono stati realizzati 862 PAES, i cui dati sono pubblici e scaricabili.
Il quadro che appare evidenzia che le emissioni medie pro-capite sono di 4,6 tCO2*anno, un valore piuttosto basso se confrontato con quanto pubblicato dal JRC nel 2011 e dovuto molto probabilmente alla mancanza dei settori ETS nel conteggio e al fatto che non tutti i Piani d’Azione comprendono il settore industria.

Il terzo bando Investimenti energetici (2013), che ha preso spunto dalle iniziative di successo delle Province di Milano, Modena, Chieti e Teramo, è stato ideato per favorire l’accesso a finanziamenti europei e nazionali per la realizzazione degli interventi definiti grazie ai progetti sviluppati con i primi due bandi. Il contributo della Fondazione, in questo caso, poteva essere utilizzato come fattore moltiplicatore rispetto alle risorse comunitarie, data la impossibilità di finanziare direttamente tutti gli interventi necessari.

L’obiettivo del bando era quello di sostenere le amministrazioni locali nella predisposizione dei documenti necessari per richiedere contributi o finanziamenti al programma ELENA, EEEF, MLEI-PDA e al Fondo per l’occupazione giovanile nella green economy. A fronte di un budget di 1,5 milioni di euro, sono stati erogati contributi per poco meno di 200 mila euro, coinvolgendo solo cinque raggruppamenti e 170 amministrazioni. Il principale motivo di una così scarsa partecipazione, rispetto all’enorme successo dei bandi precedenti, è costituito dalla complessità della partecipazione ai quattro strumenti di finanziamento in un territorio composto da molti comuni di piccole dimensioni come quello lombardo (ma che trova analogie anche nel resto del Paese).

 

Autore: Federico Beffa, Area Ambiente Fondazione Cariplo

Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali, con citazione obbligatoria della fonte e inserimento link a www.energheiamagazine.eu.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS