Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, Fotovoltaico, News, Nord Est

TAR Veneto: FV sui tetti è «evoluzione dello stile costruttivo accettata»

Print Friendly

Il T.A.R. del Veneto boccia la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Provincie di Verona, Rovigo e Vicenza, che aveva previsto una prescrizione diretta ad impedire l’installazione di 30 pannelli fotovoltaici e di 8 pannelli solari termici sul tetto di un edificio residenziale a Bardolino (VR). Secondo la Soprintendenza “gli elementi da installare risulterebbero, in ordine alla posizione, alle dimensioni, alle forme, ai cromatismi, al trattamento superficiale riflettente, estremamente stridenti rispetto all’ambito nel quale si collocano e tali da alterare in modo negativo la visione del contesto paesaggistico circostante..”. L'argomentazione è tuttavia sembrata troppo discrezionale e generica al TAR, che ha accolto il ricorso del proprietario dell'immobile sottolineando quanto già sostenuto dai T.A.R. della Campania e della Lombardia:  “attualmente la presenza di pannelli sulla sommità degli edifici, pur innovando la tipologia e la morfologia della copertura, non deve più essere percepita soltanto come un fattore di disturbo visivo, ma anche come un'evoluzione dello stile costruttivo accettata dall'ordinamento e dalla sensibilità collettiva“. La Sovrintendenza dunque, quando vorrà negare l'installazione di un impianto FV dovrà provare l'assoluta incongruenza delle opere rispetto alle peculiarità del paesaggio e non sarà sufficiente considerare la semplice visibilità dell'impianto da punti di osservazione pubblici.

zp8497586rq

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS