Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » News, Nord Est, Sviluppo sostenibile

Al Comune di Verona il Premio Cofely per l'Efficienza Energetica e Ambientale

Print Friendly

Nella categoria “Enti Pubblici” è andato al Comune di Verona il riconoscimento della quarta edizione del Premio Cofely per l’Efficienza Energetica e Ambientale alle realtà che si sono distinte per la realizzazione di progetti virtuosi in termini di sostenibilità ambientale.

La cerimonia di asseganzione del Premio, consegnato dall’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cofely Italia Enrico Colombo, si è svolta a Palazzo delle Esposizioni, a Roma, nell’ambito dell’anteprima della mostra “ενέργεια” (energia), dell’artista marchigiano Andrea Boldrini. Cinque i progetti in gara quest’anno per due categorie: “Enti Pubblici” e “Complessi Residenziali”. È stata, inoltre, assegnata la menzione speciale ad una realtà industriale e a un museo.

Il Comune di Verona ha ottenuto il riconoscimento per la gestione, l’ottimizzazione, la riqualificazione e il monitoraggio di un vasto parco impiantistico, distribuito su tutto il territorio comunale.
«Si tratta di circa 400 impianti di varia natura, dalle scuole agli edifici periferici, ma anche di edifici di prestigio come Palazzo Barbieri, Palazzo della Ragione, il complesso medievale di Castelvecchio, che si è riusciti a mettere tutti in rete, tutti telecontrollati anche attraverso dispositivi mobili – spiega il sindaco di Verona, Flavio Tosi -. In concreto, sono state sostituite le caldaie, montati gli inverter, installate centinaia di valvole termostatiche, più di 400 solo nel Municipio, e monitorati migliaia di parametri ambientali, 5.000 solo nella Biblioteca Civica, a tutela dei libri antichi custoditi al suo interno. Infine, è stato realizzato un sistema informativo per gestire le chiamate da parte degli utenti, che comprende anche l’anagrafica degli immobili e degli impianti, nonché il piano di manutenzione dettagliato, con lo scadenziario delle attività in programma».

I risultati ottenuti consentono di centrare l’obiettivo di risparmio energetico previsto dalla convenzione Consip, entro cui il contratto in essere si inserisce. Nel dettaglio: circa 515 tonnellate di CO2 non emessa, l’ottenimento di 220 titoli di efficienza energetica di tipo 2, con conseguenti benefici economici, oltre ad un maggior comfort ambientale.

Nella categoria “Complessi Residenziali” è stato proclamato vincitore il Condominio di Via Tripoli 55 – Vercelli per interventi di riqualificazione energetica dell’impianto termico e dell’involucro edilizio, finalizzati alla razionalizzazione dei consumi e al raggiungimento di un miglior comfort abitativo.

Per quanto riguarda l’assegnazione delle menzioni speciali, queste sono state conferite a:
Alcantara SpA, all’interno della categoria “Industrie”, per il progetto relativo ad una centrale di cogenerazione, (dalla potenza termica di 48 MWt ed elettrica di 6,5 MWe), che fornisce energia elettrica e termica allo stabilimento produttivo di Nera Montoro (TR). La centrale aumenta l’affidabilità dei sistemi di produzione energetica, garantendo al contempo la produzione di acqua demineralizzata, tramite un moderno impianto di ultra filtrazione con osmosi.

Università degli Studi di Firenze, in relazione al sito del Museo La Specola“, all’interno della categoria “Musei”, per l’installazione di una centrale termica e di un impianto di raffrescamento, entrambi gestiti e controllati da remoto grazie a un sistema di telegestione dotato di postazione informatica, a tutela della conservazione del patrimonio custodito al suo interno.

Guarda la video-presentazione del progetto da parte del sindaco Flavio Tosi

zp8497586rq

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS