Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Europa, Fotovoltaico, News, Solare Termico

I finalisti dell'Intersolar Award 2013

Print Friendly

Per il sesto anno consecutivo Intersolar Europe, la fiera di riferimento per l'industria del solare, premia lo spirito di innovazione con l'Intersolar Award. Premio assegnato alle categorie del fotovoltaico, del solare termico e dei progetti solari in Europa.

Gli espositori di Intersolar Europe e i partecipanti alle fiere Intersolar North America e Intersolar India erano stati invitati a presentare al concorso i loro prodotti e servizi più innovativi. I finalisti, fino a dieci per ogni categoria, sono stati nominati. I rispettivi vincitori saranno proclamati nel pomeriggio del prossimo 19 giugno nell'ambito di una cerimonia ufficiale.

Nella categoria “Fotovoltaico” troviamo: BELECTRIC Solarkraftwerke GmbH (Germania), DynoRaxx Inc. (USA), LG Electronics Deutschland GmbH (Germania), PanelClaw Inc. (USA), QSOLAR Limited (Canada), Schletter GmbH (Germania), SMA Solar Technology AG (Germania), Solar SpeedRack LLC (USA), SolarEdge Technologies Inc. (Israele), U.I. Lapp GmbH (Germania).
Nell'ambito del “Solare termico” sono state nominate le ditte: Clique Solar (India), Eisenbeis Solar AG (Germania), Ezinc Metal San. Tic. A.S. (Turchia), HelioFocus Ltd. (Israele), PSE AG (Germania), Siko Solar GmbH (Austria), SOLAR EASY GmbH (Germania).
Nella categoria “Progetti solari in Europa” i finalisti sono: Apricus Solar Co Ltd (USA), BELECTRIC Trading GmbH (Germania), Conergy AG (Germania), Galaxy Energy GmbH (Germania), GILDEMEISTER energy solutions (Germania), Goldbeck Solar GmbH (Germania), Outback Power (USA), skytron energy GmbH (Germania), SolarEdge Technologies Inc. (Israele), Soltigua – Laterizi Gambettola Srl (Italia).

Dal 2008 l'Intersolar Award premia servizi e prodotti di eccellenza che siano di grande beneficio per la società e l'ambiente e in grado di coniugare innovazione tecnica con un'elevata razionalità economica. Con questo riconoscimento, gli organizzatori della Intersolar Europe intendono rendere più visibile la forza innovativa insita nel settore del solare. Anche per questa edizione oltre 100 aziende si sono candidate all'ambito premio all'innovazione del settore. Il concorso, infatti, era aperto a tutti gli espositori degli appuntamenti Intersolar 2013 di tutto il mondo e agli espositori di Intersolar India 2012. Sono stati ammessi al concorso, oltre alle soluzioni e alle tecnologie nuove, anche i risultati di sviluppi significativi a prodotti e servizi presentati in passato. Le proposte dovevano superare la fase sperimentale di sviluppo o aver già trovato una concreta applicazione. I progetti già realizzati non potevano essere più vecchi di due anni.

Per la prima volta, in questa edizione del concorso si è voluto indirizzare l'attenzione anche ai progetti solari europei. Verranno infatti premiati i progetti realizzati negli ambiti “fotovoltaico e immagazzinamento energetico“, “uso del fotovoltaico nell'industria” ed “energia termica per processi industriali” che abbiano saputo concretizzare la svolta energetica in modo più significativo.

La spinta principale all'innovazione nel settore del fotovoltaico nasce certamente dalla riduzione delle retribuzioni per l'immissione in rete di elettricità di provenienza solare. L'autoconsumo della corrente prodotta sta diventando così un opzione sempre più appetibile. Per questa ragione, tra le candidature all'Intersolar Award si registrano numerose proposte riguardanti l'immagazzinamento di energia, con scelte alquanto varie in termini tecnici e dimensionali: dalle batterie economiche al piombo gel alle più moderne con tecnologia litio-ioni, dagli accumulatori per uso domestico ai sistemi industriali di accumulo grandi quanto un container. Oltre agli accumulatori in sé, sono stati oggetto di diverse proposte anche i relativi sistemi di controllo e di comando.
La prossima generazione di inverter, infatti, sembra raggiungere rendimenti molto più elevati di quelli odierni. L'obbiettivo dei moderni sistemi di controllo e di comando è di migliorare le capacità di autoconsumo di energia.

Molte proposte hanno riguardato misure di ottimizzazione degli impianti. Nuovi sistemi più economici per il supporto di moduli su tetto o a terra si caratterizzano per la struttura leggerissima e la possibilità di essere montati rapidamente con un semplice clic senza ricorrere ad attrezzi. In questa edizione sono molte anche le proposte riguardanti i servizi connessi, come ad esempio macchinari automatizzati per il lavaggio di grandi impianti fotovoltaici, o soluzioni antifurto e per la sorveglianza.
Nell'ambito del solare termico si registra una particolare tendenza all'ottimizzazione degli impianti. Essa riguarda proposte atte a migliorare la concentrazione dell'irraggiamento solare, sistemi di inseguimento più precisi e strutture di supporto di nuova concezione. Anche per quanto riguarda il montaggio è il fattore efficienza a rivestire un ruolo importante: sembra che in futur le unità modulari dall'alto grado di preconfezionamento faciliteranno la messa in servizio degli impianti.


zp8497586rq

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS