Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Italia, News, Sviluppo sostenibile

Istituito l’osservatorio permanente sull’energia

Print Friendly

Riduzione dei costi energetici alle famiglie con risparmi tra il 21% e il 34%, riduzione potenziale di oltre il 10% di emissioni CO2 del sistema energetico, aumento della sicurezza energetica del Paese con una riduzione fino al 40% dell?indice di dipendenza energetica del settore retail al 2020.
Questi alcuni dei dati in sintesi presentati luned? 6 maggio nel corso del Primo Forum dell?Osservatorio Permanente, istituito da GDF SUEZ Energia Italia in collaborazione con The European House-Ambrosetti e il Politecnico di Milano, sul tema ?L?innovazione energetica nel mercato domestico italiano. Opportunit? di crescita e sviluppo?.

L?Osservatorio vuole promuovere un confronto tra gli operatori energetici, le Istituzioni, il mondo dell?economia, le imprese e i consumatori. In questo primo Forum, l?attenzione si focalizza sui risultati di uno studio, condotto dal Politecnico di Milano e da The European House – Ambrosetti, incentrato sulle soluzioni energetiche innovative disponibili per il mercato retail.
Nello specifico, lo studio analizza i punti di forza e di debolezza delle tecnologie esistenti in Italia per il risparmio energetico, per la gestione intelligente dell?energia e per la generazione distribuita, valutandone la maturit? tecnologica, la convenienza all?investimento economico, ?l?italianit?? della filiera coinvolta e lo scenario teorico per un utilizzo efficiente e integrato delle soluzioni analizzate.
La ricerca ha evidenziato che, adottando una visione sistemica, con l?identificazione del corretto equilibrio tra tecnologie disponibili e fabbisogni degli utenti, si potrebbero ottenere, grazie a soluzioni di generazione distribuita, oltre 70 TWh di risparmio, quasi 80 TWh addizionali generabili entro il 2020 e circa 290 miliardi di euro di investimenti potenziali da oggi al 2020.

Inoltre, sono state analizzate dal Politecnico di Milano alcune soluzioni innovative per l?energia negli edifici, tra cui le tecnologie per il controllo solare quali le chiusure vetrate e le schermature solari. Infine, ? stato valutato anche l?impatto positivo di un approccio integrato delle ?Energy community?, ossia insiemi di utenze che decidono di fare scelte energetiche comuni al fine di massimizzare i risparmi derivanti dall?utilizzo dell?energia, che sono gi? regolamentati dal DLgs ?SEU? (Sistemi Efficienti d?Utenza).?

?Esistono gi? in Italia ? dichiara Aldo Chiarini, amministratore delegato di GDF SUEZ Energia Italia – tecnologie disponibili in ambito energetico ed economicamente sostenibili che, se adottate efficacemente, avrebbero un impatto anche sul Sistema Paese: 1 Euro di minor costo energetico significherebbe 2 Euro di maggior domanda interna?.

?I criteri di selezione sulle scelte per promuovere la sostenibilit? ambientale e l’efficienza energetica – ha evidenziato Guido Bortoni, presidente dell’Autorit? per l’energia elettrica e il gas- devono includere una valutazione di sostenibilit? economica del percorso delineato. Le valutazioni sulla sostenibilit? economica delle politiche di sostegno devono quindi essere formulate, come mostra bene lo studio oggi presentato, anche tenendo conto delle ricadute industriali sull’economia del Paese?.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS