Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, Europa, News, Sviluppo sostenibile

Contest internazionale di architettura sostenibile

Print Friendly

Un edificio pubblico in provincia di Milano da riqualificare per raggiungere l?ambizioso obiettivo di un Nearly-Zero Energy Building: ? questa la sfida per 56 studenti di quattro master internazionali che parteciperanno a Open Course, il primo concorso internazionale in tempo reale, a Milano dall?8 al 10 maggio, dedicato a master universitari europei di architettura e ingegneria che si occupano di sostenibilit? ed efficienza energetica.

Il concorso nasce da un?idea degli architetti Enrico Di Munno, Paola Moschini e Valentina Temporin con la volont? di mettere a confronto differenti know-how e strategie di approccio al tema della sostenibilit?, legati in particolare alla riqualificazione energetica e architettonica di edifici esistenti.
La competizione sar? ospitata negli spazi della Fiera di Milano The Innovation Cloud (area Nextbuilding PAD.7), un giacimento di materiali e tecnologie innovative che gli studenti potranno utilizzare all?interno dei loro progetti.

I master che si sfideranno in questa edizione di?Open Course sono: Master Processi Costruttivi Sostenibili, Universit? Iuav di Venezia; Master in Sustainable Environmental Design, AA – Architectural Association di Londra; Master in Edilizia Sostenibile ed Efficienza Energetica, Politecnico di Torino; Master of Architecture and structural experimentation approach National Institute of Applied Sciences, INSA di Strasburgo. Ogni team sar? accompagnato da un docente e da uno o pi? tutor che supporteranno il gruppo durante tutto l?evento.
Al format innovativo con cui si affronta il tema del costruire sostenibile, si aggiunge la concretezza dell?intervento. Il tema di progetto su cui si cimenteranno i gruppi, infatti, non esiste solo sulla carta, ma ? un edificio reale da riqualificare, messo a disposizione dal Comune di Limbiate con la volont? di trovare idee e strategie innovative per intervenire in modo intelligente all?interno del proprio tessuto urbano.


La competizione affronta, quindi, i temi del recupero del patrimonio esistente e del rinnovo dell?edilizia pubblica, applicando ad un vero edificio le competenze acquisite nei Master.

Il bando di concorso, che gli studenti riceveranno il 7 maggio direttamente dal primo cittadino di Limbiate dopo aver effettuato la visita all?edificio oggetto del concorso, riflette i desiderata della committenza, sia in termini qualitativi che di budget concreti: ridotti consumi di acqua ed energia, rispetto per il territorio, utilizzo di materiali innovativi e non tossici, velocit? di costruzione e sicurezza delle strutture, usi misti e relazione con il tessuto urbano. Sar? quindi premiato il progetto che sapr? trovare un reale equilibrio tra le risorse a disposizione, il benessere degli utenti e l?ambiente che circonda l?edificio.

Il Comune di Limbiate, affiancato dall?urbanista Paolo Cottino amministratore di KCity, ha collaborato fin dall?inizio con gli organizzatori dell?evento nel stilare il bando, definendo le richieste in risposta alle reali necessit?.
L?obiettivo principale diventa, quindi, comparare non tanto la didattica delle varie scuole di architettura e ingegneria, quanto piuttosto la concretezza dei risultati nel momento in cui le strategie apprese si trasformano in strumento pratico al servizio di un progetto reale per la comunit?.

Gli studenti al lavoro saranno supportati da tutor tecnici e ospiti speciali, che dopo?un seminario aperto al pubblico, si dedicheranno al lavoro di progettazione: l?8 maggio lo special guest ? l?arch. Tim Mrozowski, LEED AP, docente alla Michigan State University, il 9 maggio ? la volta dell?arch. Isabella Goldmann managing partner di Goldmann & Partners, membro INBAR e leader Applied Sustainability Topic ? BAA Universit? Bocconi mentre il 10 maggio chiude Sebastiaan Veldhuisen, architetto olandese specializzato in progettazione sostenibile, progettazione integrata, eco design, Senior consultant per l?Energy Design Centre di Rockwool International.

L?ultimo giorno di fiera i progetti verranno giudicati da una giuria internazionale, composta da professionisti e docenti che lavorano da anni nel campo della progettazione sostenibile. Presidente di giuria l?arch. Ignacio Fernandez Solla, spagnolo, direttore del prestigioso studio Arup.
Il gruppo vincitore ricever? un premio in denaro, offerto dalla Fondazione Architetti e Ingegneri Liberi Professionisti iscritti Inarcassa, ed inoltre avr? l?opportunit? di presentare il proprio progetto durante il convegno? internazionale REbuild, che affronta i temi del recupero del patrimonio esistente (Riva del Garda, novembre 2013).

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS