Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Italia, Mobilità, News

Nuova norma sui cavi per alimentazione di veicoli elettrici

Print Friendly

Il  Comitato elettrotecnico italiano – CEI, in collaborazione con gli esperti di ANIE Confindustria e di IMQ, ha messo a punto, tramite il suo Comitato tecnico 20, la prima norma CEI per cavi d'alimentazione per i veicoli elettrici, così da poter disporre a livello nazionale di una specifica tecnica comune, in attesa che in sede europea (CENELEC) e mondiale (IEC) siano realizzate  le norme “armonizzate”.

La federazione ANIE partecipa da anni, con un team di esperti, ai comitati tecnici dell’ente normatore, fornendo pareri e consulenze tecniche indispensabili al percorso normativo.
La Norma CEI 20-106,  (Cavi elettrici con isolamento reticolato non propaganti la fiamma, con tensione nominale non superiore a 450/750V destinati alla ricarica dei veicoli elettrici) pubblicata nel mese di febbraio, si applica ai cavi flessibili con isolamento elastomerico reticolato e guaina a base di materiale termoplastico o elastomerico, utilizzabili per la ricarica di veicoli elettrici, secondo Norma IEC 61851, in tre casi specifici:

  • connessione del veicolo elettrico alla sorgente di alimentazione realizzata con un cavo (e relativo connettore) permanentemente collegato al veicolo stesso;
  • connessione del veicolo elettrico alla sorgente di alimentazione realizzata con un cordone prolungatore (cavo e relativi connettori) tra la sorgente di alimentazione e il veicolo elettrico;
  • connessione del veicolo elettrico alla sorgente di alimentazione realizzata con un cavo (e relativo connettore) permanentemente collegato alla sorgente di alimentazione.

I cavi previsti dalla Norma sono particolarmente adatti al collegamento tra il veicolo elettrico e il dispositivo di erogazione dell’energia elettrica. Possono essere utilizzati all’interno e all’esterno di edifici, dove la temperatura ambiente è compresa tra -30°C e + 50 °C e con una temperatura in servizio permanente del conduttore non superiore a 90 °C.
Inoltre, possono essere esposti alla luce solare a contatto con sostanze corrosive contaminanti o acqua durante il tempo necessario per la ricarica del veicolo. Tutte caratteristiche la cui idoneità è stata valutata nei laboratori di IMQ, che ne garantirà anche gli aspetti di sicurezza. In previsione dell’utilizzo “pubblico”, infatti, i cavi
saranno sottoposti al regime del Marchio IMQ. Ciò equivale a una verifica del sistema produttivo dell’azienda, a un testing sul prodotto e a una sorveglianza periodica della produzione anche attraverso prelievi in azienda e sul mercato. Chi avrà ottenuto la concessione dovrà apporre, per tutta la lunghezza del cavo, il contrassegno dell’ente di certificazione secondo quanto stabilito dal Regolamento IMQ.

zp8497586rq

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS