Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, News, Nord Est

CASE IN LEGNO, TRENTINO E VENETO AIUTANO I COSTRUTTORI

Print Friendly

Un edificio italiano di sette piani, alto 23 metri e mezzo e costruito interamente in legno, ha resistito a 14 scosse di 6,9 gradi Richter. Le prove, effettuate nel 2007 in un centro di ricerca giapponese, sono state rivissute la scorsa settimana in Fiera a Verona nell’ambito della biennale Legno&Edilizia, che illustra le notivà internazionali per il settore.

Le prove di terremoto sono state riviste nei filmati realizzati dagli autori del Progetto Sofie del Trentino Alto Adige, illustrati dal direttore del CNR Ivalsa, Ario Ceccotti, nello stand della stessa Regione. «Le zone sismiche coprono il 45% del territorio italiano – ricorda il ricercatore nel comunicato stampa diffuso dall'Ente Fiera – e in quelle aree solo il 14% delle costruzioni sono davvero antisismiche. Da cittadini dovremmo pretendere che le nostre case siano tutte garantite contro i terremoti».

Monica Carotta, coordinatrice ARCA Casa Legno, ha quindi illustrato la certificazione di qualità per le costruzioni in legno che presentano benefici prestazionali di tutto rispetto: sono resistenti al sisma e al fuoco, efficienti energeticamente, isolate termo acusticamente, ventilate e confortevoli. Sulla materia legno in architettura, sono intervenuti anche Monica Armani e Luca Dalla Betta dello Studio di Architettura Monica Armani.

Parallelamente, nell’area del consorzio Legno Veneto, l’assessore al Turismo e Commercio Estero della Regione Veneto Marino Finozzi, è intervenuto per ricordare l’impegno nel far conoscere il consorzio che riunisce i costruttori di case in legno, impegno espresso attraverso l’agenzia Veneto Agricoltura.

jfdghjhthit45

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS