Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Europa, News, Sviluppo sostenibile

SMART GRID: CRESCONO GLI INVESTIMENTI MONDIALI

Print Friendly

Spinti dalla crescita della quota delle energie rinnovabili nel mix di produzione elettrica e dalla necessità di ammodernare le infrastrutture di rete obsolete, gli investimenti globali nelle tecnologie per le smart grid sono aumentati del 7 per cento nel 2012, arrivando ad un totale di 13,9 miliardi dollari a livello mondiale.

Questi i dati diffusi dal Worldwatch Institute e contenuti nella sua ricerca “Smart Grid and Energy Storage Installations Rising”, pubblicata all’interno del servizio d’analisi Vital Signs Online. Secondo la relazione, oltre agli investimenti diretti, in numerosi Paesi di tutto il mondo si stanno facendo progressi sulle politiche e le normative relative alle smart grid, e si stanno realizzando piani di sviluppo per supportare i futuri adeguamenti delle infrastrutture di rete.

Il rapporto, che definisce le smart grids come reti elettriche che utilizzano informazioni digitali e tecnologie di comunicazione per migliorare l'efficienza e l'affidabilità del trasporto di energia elettrica, spiega che esse si avvalgono di svariate tecnologie che svolgono molteplici funzioni.

L’invecchiamento delle attuali infrastrutture di rete e l’aumento dell’utilizzo di fonti di energia rinnovabili a produzione variabile, infatti, richiede sistemi di controllo sofisticati che ne facilitino l’integrazione con la rete elettrica tradizionale, rendendo lo sviluppo delle “reti intelligenti” sempre più importante a livello globale.

Lo studio analizza diversi mercati nazionali ed i relativi trend, sottolineando che, nonostante un calo del 19% degli investimenti rispetto al 2011, dovuto alla scadenza dei programmi di finanziamento federali, gli Stati Uniti si confermano alla guida del settore con spese dedicate pari a circa 4,3 miliardi di dollari.

La Cina segue con un investimento di 3,2 miliardi, presentando un trend inverso: il dato, infatti, è cresciuto del 14% rispetto all’anno precedente. La Repubblica Popolare, di fatto, funge da traino per l’intero continente asiatico, rappresentando il 57% degli investimenti totali dell'Asia, che vede anche Giappone e Corea del Sud fortemente impegnati su piani di sviluppo ed impianti.


Anche nell’Unione Europea si registra un incremento degli investimenti: le nuove direttive sulle smart grid hanno determinato un aumento del 27 per cento, portando la spesa complessiva a toccare quota 1,4 miliardi di dollari. La ricerca spiega come il Vecchio Continente abbia stabilito negli ultimi anni una migliore regolamentazione sul risparmio energetico e stia finanziando programmi di ricerca e di sviluppo focalizzati sulle tecnologie smart grid.
«La Direttiva Europea 2009/752/EC impone che entro il 2020 gli Stati membri dell'Ue installino contatori intelligenti nell'80% delle famiglie nelle quali le analisi costi-benefici per gli impianti è positivo. Attualmente in Europa i progressi nelle smart grid variano a seconda dei singoli Paesi, ma nel 2011 circa il 10% delle abitazioni disponeva di contatori intelligenti», conclude l’analisi.

Un altro tema affrontato dalla ricerca del Worldwatch Institute è quello dello stoccaggio dell’energia, che rappresenta una soluzione alternativa o complementare per l’integrazione di energie a produzione variabile nella rete elettrica. Questo fa sì che le relative tecnologie stiano crescendo considerevolmente, man mano che progetti di sviluppo del settore energetico su larga scala vengono iniziati o pianificati per il prossimo futuro: già nel 2012, infatti, il numero di progetti di stoccaggio dell'energia in tutto il mondo è aumentato del 19%.

Secondo l’autore della relazione Reese Roger, quindi, «nei prossimi anni vedremo l'adozione di numerosi progetti di sviluppo delle smart grid e progressi nel mercato dello stoccaggio di energia, il successo dei quali influenzerà sicuramente il percorso di evoluzione di ciascuna di queste tecnologie».

Scarica il rapporto completo

jfdghjhthit45
zp8497586rq

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS