Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » News, Nord Est, Sviluppo sostenibile

CRESCE LA RACCOLTA DI LAMPADE A BASSO CONSUMO

Print Friendly

Sono 1.639 le tonnellate di lampade a basso consumo esauste raccolte in Italia nel 2012, contro le 1.468 del 2011: il Consorzio Ecolamp ha presentato il dato dalla raccolta in occasione della conferenza stampa tenutasi ieri a Venezia, presso Palazzo Cà Farsetti, sede del municipio della città.

Proprio il capoluogo veneto, infatti, è stato protagonista delle prima attività educativo-informativa di Ecolamp nel 2013, che ha scelto di partecipare per il quarto anno consecutivo al Carnevale di Venezia, interagendo con cittadini e turisti tramite la simpatica animazione delle mascotte Voltonio e Bidonia. La conferenza, oltre che per ringraziare la città di Venezia per la calorosa accoglienza, è stata organizzata per fare un bilancio e una riflessione sull’anno appena concluso. Il 2012, nonostante il calo generale del comparto RAEE, ha registrato per Ecolamp un incremento del 12 per cento a livello nazionale. 

Grazie alla presenza capillare dei servizi e dei presidi del Consorzio Ecolamp in tutta Italia, prosegue un trend di crescita positivo e incoraggiante. Appaiono però evidenti le disparità di raccolta a seconda del target di riferimento: aumenta del 19% la raccolta di sorgenti luminose presso il pubblico professionale, ma solo del 4% quella dei cittadini privati, che hanno consegnato 592 tonnellate di materiale esausto (36% del totale) presso le 1.840 Isole Ecologiche presidiate dal Consorzio.

La quantità di lampade a basso consumo esauste mandate a trattamento da Ecolamp ha permesso di ricavare 1.383 tonnellate di vetro, 132 tonnellate di metalli e 20 di plastiche, materiali che verranno reimpiegati e utilizzati in diverse produzioni. Il trattamento ha consentito inoltre di recuperare oltre 86 tonnellate di polveri fluorescenti e mercurio, presente in minima quantità all’interno della singola lampadina, ma con effetti nocivi per la salute e l’ambiente in caso di dispersione.

«Un buon risultato nazionale raggiunto nel 2012 – dichiara Fabrizio D’Amico, direttore generale del Consorzio Ecolamp  – trainato dalle eccellenti performance ottenute da Lombardia, Veneto e Piemonte, che rappresentano da sole il 57% del risultato nazionale. L’obiettivo del Consorzio per il 2013 è quello di accrescere la consapevolezza dei cittadini e contribuire all’offerta di opportunità di conferimento sempre più prossimi e agevoli, dedicando ancora più attenzione e mezzi per facilitare la conoscenza e l’accesso ai nostri servizi». 

jfdghjhthit45
zp8497586rq

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS