Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Idroelettrico, News, Nord Est, Senza categoria

BOLZANO: 37,9 MILIONI DI INVESTIMENTI AI COMUNI

Print Friendly

Dalla Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige verranno stanziati per la produzione di energia rinnovabile idroelettrica 37,9 milioni in tre anni per 347 interventi su dieci centrali, coinvolgendo 22 comuni beneficiari.

La Giunta provinciale si ? occupata degli investimenti ambientali a carico dei gestori di concessioni idroelettriche. Nel triennio 2011-2013, per i progetti analizzati dall’esecutivo, il flusso maggiore di denaro riguarder? la centrale di Cardano.

Circa 400 milioni di euro confluiranno nei prossimi 30 anni, come investimento ambientale compensativo delle societ? energetiche concessionarie delle centrali idroelettriche, nella casse dei comuni interessati: la cifra ? da intendersi come indennizzo per le conseguenze dell’impianto su paesaggio e ambiente. ?Si tratta di cifre significative – ha sottolineato il presidente Luis Durnwalder – che verranno assegnate non solo tra i comuni, ma anche alla Provincia e agli stessi gestori, con questi ultimi obbligati a metterli a disposizione per progetti legati principalmente alla sicurezza.?In molti casi ? stato proprio l’ammontare degli investimenti ambientali ad avere un ruolo decisivo nella valutazione finale per l’assegnazione delle concessioni?.

Dai dieci progetti trattati oggi dalla Giunta provinciale, arriveranno sul territorio poco meno di 38 milioni di euro spalmati su tre anni, con 347 interventi previsti in 22 comuni. Alle amministrazioni municipali verranno destinati 21,4 milioni, alla Provincia 10 milioni e mezzo, e ai gestori 5,9 milioni. Per quanto riguarda i comuni, la centrale pi? “redditizia” ? quella di Cardano, dalla quale arriveranno investimenti ambientali per 5,87 milioni.

I piani di investimenti ambientali per il periodo 2011-2013 approvati dall’esecutivo di Palazzo Widmann riguardano le centrali di Cardano (10,3 milioni di investimenti in tre anni), Lana (4,9 milioni), Molini di Tures (1,15 milioni), Sant’Antonio (4,9 milioni), Ponte Gardena (1,1 milioni), Bressanone (7,7 milioni), Santa Valburga-Pracupola (1,9 milioni), Sarentino (1,85 milioni), Lappago (1,35 milioni) e San Pancrazio (2,5 milioni).

?In attesa di sapere dalla giustizia ordinaria se alcune concessioni verranno annullate o meno – ha concluso Durnwalder – abbiamo dovuto prendere atto che?i comuni, se l’esito sar? sfavorevole, saranno costretti a restituire quello che avevano incassato prima dell’eventuale annullamento. A meno che, naturalmente,?il tribunale indichi la non retroattivit? del provvedimento?.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS