Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Biomasse, Fotovoltaico, News, Nord Est, Sviluppo sostenibile

BUONE PRATICHE: MONCHIO DELLE CORTI

Print Friendly

Il Comune di Monchio delle Corti, poco pi? di mille abitanti in provincia di Parma, ha lanciato il?progetto ?Monchio comunit? sostenibile?: un investimento complessivo di 1,1 milioni di euro,?dei quali 600 mila ricevuti dal contributo del Dup regionale e 500 mila del Comune, per valorizzare la risorsa montagna creando intorno ad essa un circuito virtuoso con ricadute importanti per il territorio, in chiave economico-produttiva, sociale e fisico-ambientale.

Per il sindaco Claudio Moretti ?si pensa al futuro. Si pensa ai problemi cronici del territorio e a come riuscire a dare una soluzione. Si ? affrontato un problema di conservazione dell?ambiente cercando di offrire una buona possibilit? di vita?.
?Come Regione ? ha aggiunto Simonetta Saliera, vice presidente della Regione Emilia Romagna – guardiamo con grande attenzione a questo progetto, con il pubblico che si fa imprenditore per la comunit? e con la comunit? che partecipa?.?

Tre le principali voci di investimento:?
1. l?estensione della rete di teleriscaldamento realizzata nel 2010, fino al collegamento della sede del Municipio, consentendo anche l?allaccio di utenze private poste lungo il percorso: in questo modo si offre un servizio pubblico alla popolazione residente che pu? fruire di una forma di riscaldamento pi? economica, pi? sicura e pi? pulita;

2. l?installazione di un impianto di cogenerazione di tipo ORC da 100 kW elettrici, prodotti utilizzando il residuo termico della rete di teleriscaldamento collegata alla caldaia alimentata a biomassa forestale attiva dal 2010. L?impianto consente il pieno utilizzo della caldaia e la produzione di energia da fonti rinnovabili da immettere nella rete GSE;?
3. la realizzazione delle opere connesse necessarie a una gestione efficiente sostenibile dell?impianto e della filiera forestale (realizzazione di una tettoia per lo stoccaggio del cippato, realizzazione di impianto fotovoltaico a tetto da 12 kW per l?alimentazione della caldaia).

Ad oggi, la rete di teleriscaldamento ? sostanzialmente ultimata e sono in corso l?allaccio e il collaudo delle utenze; gli impianti di cogenerazione e fotovoltaico verranno messi in funzione entro la fine di dicembre. Complessivamente tutto ? stato realizzato in un semestre.
Le risorse provenienti dalla vendita al GSE dell?energia elettrica verranno reinvestite nel territorio per finanziare il recupero e la gestione sostenibile dei castagneti, attraverso un contratto pluriennale di fornitura di biomassa che preveda impegni precisi del fornitore rispetto all?approvvigionamento.

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS