Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, Italia, News, Sviluppo sostenibile

GBC, DA VENEZIA UN PROTOCOLLO PER RESTAURO ‘GREEN’

Print Friendly

Restauri ‘verdi’ degli edifici storici nel rispetto dell’ambiente, della sostenibilità e della razionalizzazione dei costi. Sono questi i punti principali del progetto per la stesura di un protocollo di restauro per la conservazione e il monitoraggio di edifici storici a livello mondiale, presentato il 22 giugno a Venezia da Green Building Council Italia.

Il protocollo, come riportato in una nota ANSA, punta “ad unire due diverse culture: da un lato i criteri di sostenibilità del sistema Leed, dall’altro il patrimonio di conoscenza del restauro storico e conservativo italiano. Inoltre aiutare a costruire un sistema di costi standardizzati” secondo il presidente di Gbc Italia, Mario Zoccatelli.

Il progetto riguarda “gli interventi di conservazione, riqualificazione e trasformazione degli edifici storici, mantenendo una parte considerevole della loro struttura”, ha spiegato Paola Boarin, coordinatrice del Comitato Historic Buildings. È stato presentato in un incontro al quale hanno partecipato l’assessore Alessandro Maggioni del Comune di Venezia; Renata Codello soprintendente per i Beni Architettonici, il Paesaggio e il Patrimonio Storico di Venezia; Marcello Balzani del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara; Cesare De Michelis presidente di Marsilio Editori e Pietro Laureano, urbanista e consulente UNESCO.

Il protocollo di GBC Italia rappresenta “un tassello fondamentale” nella strategia del movimento mondiale del Green Building Council, ha detto il presidente U.S. GBC e World GBC Rick Fedrizzi, sottolineando che “il nostro obiettivo è di creare un movimento per la sostenibilità che sia globale e che duri nel tempo“. Per far questo, “il nostro compito è di forgiare i legami tra le persone nel mondo attuando una vera trasformazione culturale e scompaginando lo status quo con un’azione su scala globale”. In questo contesto “non può esserci città migliore di Venezia per un dibattito sulla sostenibilità”, ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici del comune, Alessandro Maggioni, convinto che “Venezia possa candidarsi ad essere la capitale della sostenibilità in tutti i settori: dal turismo all’ambiente, dalla mobilità al patrimonio architettonico”.

Vai alla fotogallery dell’evento

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS