Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Fotovoltaico, Italia, News

COSTI ENERGIA, DA AEEG ‘BOLLETTA TRASPARENTE’

Print Friendly

Dai dati pubblicati dall’AEEG, l’Autorità per l´Energia Elettrica e il Gas, emergono i numeri riguardanti le quattro principali voci di spesa in bolletta. I servizi di vendita pesano per il 59,9%, i servizi di rete² per il 14%, gli oneri di sistema rappresentano il 13% e le imposte nazionali il 13,5%.

L’operazione “trasparenza” interviene nel dibattito acceso di questi giorni sui costi delle energie rinnovabili, ponendo il caso di un utente di tipo domestico: famiglia residente con consumi pari a 2.700 chilowattora annui per una spesa media annua di 494 euro.
Alla lettura delle percentuali nel documento “Elettricità: la bolletta trasparente”, tuttavia, viene specificato che i “valori NON tengono conto dell’ulteriore aggiornamento previsto per fine aprile per la componente A3 (finanziamento diretto delle fonti rinnovabili elettriche e assimilate)”, ma sono aggiornati al 2 trimestre 2012, escludendo l’adeguamento di fine mese.

 Fonte AEEG, Elettricità: la bolletta trasparente

“Se invece si tenesse conto sin da ora dell’ulteriore adeguamento previsto da fine aprile (+4% circa rispetto ad inizio aprile 2012, per la sola componente A3), la ripartizione STIMATA della spesa per la bolletta dello stesso utente domestico tipo servito in maggior tutela, sarebbe di circa 515 euro/anno.

Si tratta esclusivamente di stime che potranno essere confermate o modificate solo con l’approvazione dei provvedimenti dell’Autorità attesi per fine mese.” La percentuale della voce “oneri di sistema” (di cui fa parte anche la componente A3), in questo caso, passerebbe a 16,3% circa della spesa complessiva per un totale di 84 euro/anno.
Secondo la comunicazione dell’Autorità per l’Energia, gli “incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate (componente A3, pari a circa il 92,6% degli oneri di sistema), sarebbero pari ad una spesa di 77,5 euro anno. Di questi, 67,3 euro (il 86,8%) sono attribuibili alle fonti rinnovabili e per 10,2 euro (il 13,2%) alle assimilate.

Consulta il documento completo Elettricità: la bolletta trasparente

Altro sull’argomento:
CLINI: “DALLE RINNOVABILI RISPARMIO E SVILUPPO” del 19 aprile 2012


  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS