Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Biomasse, Fotovoltaico, Idroelettrico, News, Nord Est

VENETO: PRIMATO ITALIANO DI CONNESSIONI

Print Friendly

Per il terzo anno consecutivo è il Veneto la regione con il maggior numero di impianti da fonti rinnovabili connessi alla rete elettrica.

Come riportato dalle agenzie di stampa, infatti, sono ben 24.352 i nuovi impianti che Enel ha connesso alla rete nel corso del 2011. In pratica 95 impianti al giorno, considerando i soli giorni lavorativi. Una cifra consistente che, aggiungendosi ai 18.786 già connessi fino al 2010, fa più che addoppiare il numero di impianti ”verdi” presenti sul territorio, portandoli a 43.138, e fa della regione uno dei territori con la maggior crescita del settore.

Quattro le province che spiccano per numero di impianti e per potenza complessiva a fine 2011: Treviso, che con 12.062 impianti e oltre 240 megawatt (MW) guida la classifica, aumentando del 250% in un anno la potenza installata; segue Padova con 8.679 impianti che primeggia però per potenza complessiva installata, anch’essa più che raddoppiata in un anno e pari a oltre 280 MW; terzo posto per Vicenza con 7.339 impianti per oltre 200 MW di potenza complessiva, inferiore però a quella di Verona con oltre 250 MW e 5.459 impianti di taglia mediamente più piccola. Chiudono la classifica i quasi 5.850 impianti della provincia di Venezia, che sviluppano complessivamente 128 MW, e Rovigo e Belluno. Se quest’ultima raddoppia, passando da 19 a 37 MW di fine 2011, è la provincia rodigina a far segnare il maggior tasso di crescita. Dai 27 MW di potenza installata a fine 2010 con un balzo di oltre il 400% arriva fino ai 140 MW attuali.

Secondo i dati comunicati da Enel, sul territorio Veneto sono attivi 42.847 impianti fotovoltaici, corrispondenti al 99% circa di tutti gli impianti da fonte rinnovabile attualmente in esercizio. Per quanto riguarda il contributo fornito in Veneto dalle altre fonti rinnovabili, si registra un’inversione di tendenza rispetto al 2010 tra idroelettrico e biomasse: si dimezzano, infatti, le installazioni idrauliche (alle 44 centrali idroelettriche di fine 2010 se ne sono aggiunte, 19, per un totale di 63 impianti); triplicano gli impianti da biomasse passando da 41 del 2010 a 119 complessivi di fine 2011. Crescono del 50% le centrali a biogas (da 66 impianti del 2010 ai 104 del 2011) e si registra la realizzazione di una sola centrale mini eolica messa in servizio, che si aggiunge alle 4 già presenti a fine 2010.
L’idroelettrico si spalma principalmente tra le province di Belluno (29), Vicenza (23) e Treviso (7). Biogas e biomasse, fonti che nella maggior parte dei casi si integrano con altri cicli produttivi, sono diffusi prevalentemente nelle province di Verona, con 62 impianti; Vicenza con 32; Padova 49 e Treviso 31.


  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS