Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Biomasse, Europa, News

BIOMASSE TOSTATE PER CENTRALI ELETTRICHE PIÙ ECOLOGICHE

Print Friendly

Più combustibili verdi nelle centrali elettriche alimentate a carbone, purché, secondo i ricercatori dell’Università di Leeds, siano pre-tostati come i chicchi del caffè. Nel tentativo di tagliare le proprie emissioni di anidride carbonica, molte centrali elettriche a carbone stanno progressivamente facendo uso di carburanti vegetali e biomasse quali materie prime combustibili. Tuttavia, questa buona pratica porta con sé alcune difficoltà che spesso costringono le centrali a limitare la quantità di biomassa utilizzata. La materia vegetale fibrosa è umida e ingombrante: il trasporto diventa così costoso, come difficile si rivela l’immagazzinamento per lunghi periodi a riparo dalle muffe.

Secondo il professor Jenny Jones e i suoi colleghi, una valida e possibile soluzione al problema è rappresentata dalla tecnica di tostatura. La torrefazione prevede, infatti, che la materia vegetale venga riscaldata a circa 300 gradi centigradi in un contenitore aperto, trasformando la biomassa in un combustibile asciutto, ricco di energia e duraturo nel tempo. Uno studio di due colture energetiche comuni, salice e Miscanthus, ha anche dimostrato che quando la materia prima viene torrefatta può essere facilmente ridotta in polvere, rendendo molto più pratico ed economico sostituire i contenitori del carbone con la biomassa nelle centrali elettriche esistenti.

«Se riuscissimo a dimostrare che la torrefazione è realizzabile su scala industriale, allora ci piacerebbe terminare lo studio con un impianto dimostrativo qui nel Regno Unito», ha detto il professor Jones. Il progetto tratterà anche le questioni sulla sicurezza, sulla praticità e sull’impatto ambientale della torrefazione su larga scala. I ricercatori lavoreranno con una gamma di diversi materiali incluse le colture energetiche quali il salice e Miscanthus, così come la materia ottenuta dai rifiuti vegetali provenienti da piantagioni forestali e da aziende agricole.

Approfondimenti
University of Leeds

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS