Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Edilizia, Italia, News

QUALIFICAZIONE ENERGETICA OBBLIGATORIA DA LUGLIO

Print Friendly

Dal primo luglio, progettisti alle prese con l’attestato di certificazione energetica.
È l’effetto del Dpr 59/2009, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 25 giugno 2009, che definisce le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti termici, anche inferiori ai 1000 metri quadri, venduti o affittati (art. 6 comma 1-bis del Dlgs 192/2005). Più precisamente, in attesa dell’entrata in vigore delle Linee Guida nazionali, il direttore dei lavori presenterà al Comune di competenza, contestualmente alla dichiarazione di fine lavori, un attestato di qualificazione energetica. Poi, si passerà all’attestato di certificazione energetica.
Veneto, Abruzzo, Molise, Lazio, Calabria, Sicilia e Sardegna le regioni coinvolte, poichè i Dlgs 192/2005 e 311/2006 si applicano solo nelle Regioni che non abbiano adottato provvedimenti specifici in applicazione della direttiva 2002/91/CE. Dove invece esistono leggi ad hoc, si deve  iniziare un graduale avvicinamento dei provvedimenti alle norme statali.
Il Dpr 59/2009 è uno dei tre passaggi per completare la normativa di settore: mancano ora i decreti che fissano i criteri di accreditamento degli esperti e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica e il Decreto interministeriale (Sviluppo-Ambiente-Infrastrutture) che definisce le procedure applicative della certificazione energetica degli edifici e conterrà le Linee guida nazionali. L’intero impegno progettuale si inserisce in un contesto normativo in cui la legge 133/2008 ha abolito l’obbligo di allegare l’attestato di certificazione energetica all’atto di compravendita e di locazione, ma non l’obbligo di redigerlo.

Approfondimenti:
Dpr 59/2009
Dlgs 192/2005

Dlgs 311/2006
direttiva 2002/91/CE
Legge 133/2008

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS