Sviluppo sostenibile
Edilizia
Fotovoltaico
Solare Termico
Geotermico
Biomasse
Eolico
Idroelettrico
Mobilità
Home » Italia, News

NUOVA ENERGIA DALLA DECOMPRESSIONE DEL METANO

Print Friendly

Una turbina elettrica e un cogeneratore a olio vegetale permettono di produrre energia dal ciclo di decompressione del metano, nel passaggio dalla rete nazionale a quella locale. Un investimento che si ammortizza in soli tre anni.
Succede ad Alessandria dove Amag, l’azienda che gestisce il ciclo integrato dell’acqua e la distribuzione del gas naturale, ha presentato un progetto che consentirà il recupero dell’energia – attualmente dispersa – prodotta nelle cabine per la distribuzione del gas con la riduzione di pressione necessaria per il processo. Il sistema sarà operativo il prossimo anno.
Saranno installati due impianti gemelli di turboespansione cogenerativa che, sfruttando il salto di pressione, alimentano una turbina che genera energia elettrica. La prima struttura produrrà 4.810.000 Kwh all’anno con un costo di 580mila euro (comprese circa 750 tonnellate di olio vegetale), un ricavo di 1.164.000 euro e un utile di 584mila euro. La seconda, invece, produrrà 3.660.000 Kwh annui per quasi un milione di euro di ricavi e utile di 409mila euro. Quando entrambi gli impianti saranno a regime, Amag registrerà un utile di ben 993mila euro all’anno a fronte di un investimento complessivo di 2,7 milioni.
Per alimentare il cogeneratore ad olio vegetale, saranno sviluppare in zona coltivazioni di colza, soia e girasole, offrendo così un’alternativa remunerativa alle aziende dell’area che hanno dovuto abbandonare la barbabietola da zucchero.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Google
  • LinkedIn
  • Email
  • RSS